LOGOMARRONE SFONDO trasparente100200

Parrocchia ucraina a Roma

hiesa cattedrale

Madonna di Zhyrovyci e Santi Martiri Sergio e Bacco

Жировицька Богородиця

19 febbraio il Giorno dello stemma dello Stato Indipendente Ucraino

Ukr. flag s tryzubom 2Il 19 febbraio è il giorno dell'approvazione dello stemma e simbolo ufficiale dello stato indipendente dell'Ucraina a forma di tridente (con la risoluzione della Verkhovna Rada dell'Ucraina (Parlamento) n. 2137-XII dal 19. II. 1992).

Trizub (Tridente) è un simbolo nazionale e simbolo dello stato ucraino che ha una storia millenaria. Nei tempi antichi, era un segno della dinastia principesca di Rurik - governanti della Rus'-Ucraina, della Repubblica Popolare Ucraina nel 1918 ed ora dello stato ucraino indipendente. Lo stemma dello stato dell'Ucraina è uno dei tre simboli ufficiali insieme alla bandiera e dell'inno che presenta lo stato sovrano indipendente dell'Ucraina raffigurato sui documenti ufficiali, sigilli, denaro. L'emblema dello stato dell'Ucraina divenne il tridente d'oro sullo scudo blu - il simbolo durante la lunga lotta nazionale per la liberazione. Lo schema dell'emblema è stato sviluppato dagli araldi ucraini: Andriy Grecylo, Oleksiy Kokhan e Ivan Turkish. Ai tempi della Rus'-Ucraina il tridente era il segno dei Riurik. Sono stati ritrovati dagli archeologi le sue immagini sulle monete, sigilli, mattoni, piatti. Gli ambasciatori del principe Igor di Kyiv (912-945) alla conclusione dei contratti con i bizantini avevano i loro sigilli con un tridente. Il gran principe di Kiyv Volodymyr Svyatoslavovyc (980-1015) coniò tridente sulle monete: da un lato raffigurando un suo ritratto e dall'altro un tridente. Durante l'epoca principesca, il tridente iniziò ad acquisire una forma grafica moderna, se anche nelle molte versioni diverse del disegno usati daш diversi principi.

La prima menzione storica del tridente come segno principesco della Rus' di Kiev risale al X secolo. Tridente è raffigurato sui mattoni della chiesa dell'Assunzione a Kyiv (Deciatynna) (986-996), della chiesa dell'Assunzione a Volodymyr Velnskyyj (1160), sul graffito del pilastro della galleria nella cattedrale di Santa Sofia a Kyiv. Nel manoscritto bulgaro "La Cronaca di Manasse", c'è raffigurazione dell'esercito del principe Sviatoslav con le bandiere con l'immagine del tridente.

Nei secoli X - XIII questo segno si diffondeva in una vasta area (arrivando alla Francia, Svezia, Ungheria e Caucaso), ciò non è sorprendente, perchè questo era l'epoca del picco della gloria e potere e della più ampia attività internazionale della Rus'-Ucraina. Poi questo emblema apparve sulle bandiere del re Danylo di Galizia e dopo sugli emblemi e sugli attributi distintivi degli hetman ucraini (kleynody).

Il 25 febbraio 1918 il Tridente fu approvato come lo stemma della Repubblica popolare ucraina. Lo sviluppo dello stemma sulla base del tridente di San Volodymyr era affidato all'artista Vasyl Krycevsky, che è diventato uno dei creatori della bancnota nazionale - la gryvnia con segno del tridente. Il 22 marzo 1918, con la risoluzione del Consiglio centrale della Repubblica popolare ucraina, furono approvate le bozze degli stemmi piccoli e grandi, schizzi di sigilli e vignette di documenti ufficiali dello stato rinnovato. Gli stemmi erano un tridente, circondato da una corona di foglie di ulivo, in segno della politica della pace.

In realtà, il Tridente è uno dei simboli più ricchi, antichi e significativi dell'umanità. Il simbolo che è diventato lo stemma dello stato ucraino è generosamente segnato sulle nostre terre - si trova su pitture rupestri, ceramiche, ornamenti, monete. Ad esempio, si sono conservati rilievi rupestri con tridente risalenti al IV-III millennio a. C. in regione di Podillia, ad Olbia - del primo millennio a. C.. Sulle monete del regno del Bosforo i disegni del tridente sono stati ereditati dagli Sciti reali e sono stati coniati come i segni sacri dal V° secolo.

di Yaryna Moroz Sarno

ucrainistica.blogspot.com

 

ugcc

Chiesa Greco-Cattolica Ucraina

ugccEsarcato Apostolico per i ucraini in Italia

ugcc

Parrocchia ucraina a Roma